BLOG

OROLOGIO AL QUARZO - Come funziona?

by Simone Della Ragione on Jul 07, 2021

OROLOGIO AL QUARZO - Come funziona?

Prima di iniziare a parlare degli orologi al quarzo è opportuno ricordare una cosa.

Fino alla fine degli anni sessanta, per 100 anni circa, la Svizzera ha detenuto un vero e proprio monopolio nell'industria dell'orologeria mondiale. Si parla addirittura di circa il 90% del mercato mondiale.

Un prodotto nato dallo spirito elegante francese, dalla creatività italiana e senza dubbio alcuno, dalla precisione e meticolosità tedesca.

Orologio meccanico da polso: funzionamento e caratteristiche

 

Cosa è successo negli anni 60?

Proprio nella fine degli anni 60, più precisamente nel 1969 la maison SEIKO immette sul mercato qualcosa che, da lì in poi, divenne rivoluzionario.  Parliamo del primo orologio al quarzo.

Una tecnologia pressoché’ futuristica e del tutto sconosciuta a molti che si è rivelata un vero e proprio fulmine a ciel sereno per la Svizzera.

I giapponesi dopo anni di duro lavoro, riuscirono ad intuire il valore del quarzo utilizzato nel campo dell'orologeria e tutt'oggi insieme alla Svizzera, sono i piu' grandi produttori di movimenti al quarzo.

Di fatto, il quarzo - secondo minerale più abbondante sul nostro pianeta- presenta una caratteristica del tutto particolare che lo ha reso protagonista. Il quarzo, se sottoposto ad una fonte elettrica, tende a vibrare. Per essere più precisi, vibra 32768 volte al secondo. Questa sua specifica proprieta’ chimico-fisica produce oscillazioni (o vibrazioni) che vengono gestite per far lavorare in sincronia una serie di ingranaggi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.